Cisco

STORIE DI AZIENDE CHE ADOTTANO L'AGILE:
IL CASO CISCO

La Cisco Systems è una compagnia multinazionale che si occupa di fornire apparati di networking, ossia i dispositivi di rete utili nelle telecomunicazioni e nell’informatica. 

Produce, quindi, apparati per il funzionamento delle reti LAN, MAN, WAN e VLAN e il sistema operativo IOS che le pilota. Nell’ottica della fornitura di soluzioni complete, Cisco è entrata anche nel mercato della sicurezza, con Firewall e VPN, in quello della telefonia con IP Telephony, dell’archiviazione con Storage Area Network (SAN), e del computing su piattaforma x86.

Cisco IT è costantemente alla ricerca di nuovi modi per accelerare e semplificare il proprio sistema interno: infatti, nell’ambito della sua strategia IT digitale, l’organizzazione Cisco Cloud e Software IT (CSIT) ha voluto adottare uno sviluppo più agile come modo per sostituire le versioni di sviluppo periodico con la distribuzione continua di nuove funzionalità.

Come affermato da Ashish Pandey, responsabile tecnico del team CSIT, l’obiettivo della Cisco era quello di accelerare i rilasci, aumentare la produttività e migliorare la qualità. Sebbene alcuni piccoli team avessero adottato le tecniche Agile, il metodo a cascata, anche detto waterfall, era ancora la norma per i team di grandi dimensioni che lavoravano su progetti complessi.

Per risolvere queste sfide, CSIT è passato a Scaled Agile Framework (SAFe®) e ha immediatamente iniziato ad applicare le pratiche Agile su due iniziative principali: la piattaforma di fatturazione in abbonamento e l’app Webex per tablet Samsung.

 

Cisco-it

LA STORIA DELLA METODOLOGIA
AGILE IN CISCO

Come molti fornitori IT aziendali, Cisco utilizza da tempo la metodologia di sviluppo a cascata. Tuttavia, nell’ambito di uno sforzo continuo per accelerare l’innovazione, il team di ingegneri del Collaboration and Communications Group (CCG) di Cisco, incaricato di identificare le transizioni di mercato e del modo in cui le aziende forniscono software di collaborazione, infrastrutture e altro, ha iniziato a testare il metodo Agile nel 2008.

Secondo Barry O’Sullivan, vicepresidente senior e direttore generale di CCG dell’epoca, il metodo Waterfall funzionava abbastanza bene all’interno dell’azienda ma presentava alcuni inconvenienti. Infatti, non era molto efficiente con un ciclo di sviluppo e di test particolarmente lungo e articolato: da ciò derivava che, se vi erano degli incidenti di percorso alla fine del ciclo di test, era particolarmente difficile ricominciare da capo e apportare tutte le modifiche del caso. 

Per molti versi, il passaggio ad Agile è stato un logico adattamento alla cultura di collaborazione di Cisco, sia con i clienti che tra i dipendenti, ma i suoi vantaggi non sono arrivati automaticamente, poiché il passaggio dal metodo tradizionale a cascata ad un metodo Agile ha richiesto un cambiamento nel pensiero e nel comportamento di tutti.

Il gruppo CCG ha così aperto la strada all’Agile in Cisco e, con il passare del tempo, più team della Cisco Development Organization si sono interessati a tale cambiamento. Pertanto, è stato lo stesso CCG ad assistere quei team nello stabilire le loro iniziative Agile fornendo guida, consulenza e supporto, con il fine di trovare una soluzione per favorire la scalabilità Agile in azienda. 

È stato quindi il gruppo CCG ad essere il pioniere dell’uso di Agile in Cisco e, con il tempo, altri team dell’organizzazione di sviluppo si sono interessati a tale cambio di rotta.

Questi team si sono rivolti a CCG per chiedere aiuto, consigli e supporto nel lancio dei propri sforzi Agile ma, alla fine, il Collaboration and Communication Group di Cisco si è trovato in un vortice di interessi per l’Agile e ha cercato, con non poche difficolta, una soluzione ottimale per aiutare a far sviluppare tale metodo internamente. Così, un team centrale di ingegneri che supporta i processi e le iniziative comuni all’interno della Cisco Development Organization ha raccolto la sfida e ha iniziato a standardizzare il processo Agile.

Jack Dickranian, il nuovo leader dell’iniziativa, ha indetto delle riunioni Agile in CCG per conoscere meglio il processo e successivamente ha formato un team Agile mediante un gruppo di esperti appartenenti a vari gruppi tecnologici e di business.

La riuscita dell’adozione del metodo Agile in Cisco è avvenuta, in primo luogo, grazie alla standardizzazione dell’organizzazione e della gestione dei flussi interni.

Infatti, la priorità è stata quella di redigere un framework standard per i processi Agile in linea con i processi aziendali di Cisco: l’azienda ha iniziato sperimentando il suo utilizzo all’interno di sei team e, successivamente, rilasciando un metodo formale di sviluppo del prodotto Cisco (Cisco Product Development-Standard Agile) nel gennaio 2011. Oggi, grazie a tale piano di sviluppo, qualsiasi team di Cisco può accedere alla metodologia “Cisco Standard Agile”, comprenderla e utilizzarla grazie a una formazione centralizzata, al coaching consulenziale e alla possibilità di accesso allo strumento di gestione Agile.

 

information-technology

CISCO E IL CASO DI SUCCESSO WEBEX

Un eccellente esempio di scalabilità agile in Cisco è stata la sfida con l’app WebEx per Samsung poiché, in vista del rilascio e a causa dei requisiti in continua evoluzione, gli sviluppatori hanno dovuto lavorare rapidamente per rispettare le scadenze.

Per affrontare questa sfida, Cisco ha adottato lo Scaled Agile Framework ( SAFe ) e ha utilizzato una struttura Agile Scrum con tre sprint di 3 settimane ciascuno e uno sprint finale di 5 settimane.

Cisco IT e altri hanno raccolto i requisiti e valutato la preparazione di ambienti, partner, team di progettazione e marketing durante la fase di pianificazione, utilizzando uno sviluppo basato su test per fornire codici semplici e di facile manutenzione.

RISULTATI:

La soluzione ha comportato una riduzione del 25% dei difetti di garanzia della qualità sull’app WebEx. Poiché gli ingegneri controllavano il codice molte volte al giorno, i team aziendali potevano esaminare le nuove funzionalità all’inizio del ciclo rispetto a prima: in questo modo, ogni sprint è diventato più veloce di quello precedente e ha fatto sì che Samsung vendesse più di 35 milioni di tablet con la nuova app, creando un’ampia visibilità per il marchio.

Adottando un approccio agile allo sviluppo e all’erogazione dell’IT, Cisco è stata in grado di:

migliorare la produttività e l’efficienza dei team di consegna

aumentare la soddisfazione dei dipendenti

accelerare l’innovazione

ridurre i costi di proprietà.

Vuoi conoscere quali benefici potrebbe ottenere la tua azienda adottando la metodologia Agile nell’organizzazione dei processi e gestione delle risorse?

Completa il form di contatto che trovi qui sotto:

Vuoi conoscere come adattare
la metodologia Agile alla tua realtà lavorativa?

Il Team BeAgile ti supporta nell'organizzazione e ottimizzazione dei tuoi processi aziendali grazie all'Agile.

Compila subito il form per entrare in contatto il Team BeAgile.

Scrivi una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sai quanto può risparmiare la tua azienda in termini di costi e tempo, grazie all'organizzazione dei processi ed un maggior coinvolgimento dei collaboratori?

Te lo spieghiamo noi!👇